Fino a domenica il musical “Dirty Dancing”

by

Al Teatro Augusteo di Napoli, da venerdì 16 fino a domenica 25 febbraio 2018, sarà in scena il musical “Dirty Dancing”.

Quando nel 1987 l’autrice Eleanor Bergstein scrisse la storia di “Dirty Dancing”, non si sarebbe mai immaginata un tale successo. Il racconto di Baby e della sua storia d’amore con Johnny, il bel maestro di ballo, nata in una lontana estate degli anni ’60 nella scanzonata atmosfera del resort Kellerman, si è trasformato in un vero e proprio cult senza tempo a livello cinematografico e teatrale.
Per celebrare i 30 anni di successi del film, “Dirty Dancing, the Classic Story on stage” torna a teatro per un lungo tour italiano, con una speciale versione firmata dal regista Federico Bellone.
 
“Dirty Dancing” è un titolo da record: un successo planetario al cinema, un Golden Globe e un Oscar per il brano “(I've Had) The Time of My Life”, oltre 40 milioni di copie della colonna sonora vendute e, solo negli Stati Uniti, oltre 11 milioni di dvd e Blu-ray.
A teatro ha ottenuto i più alti incassi nella storia del teatro europeo. Per il pubblico la versione teatrale è oramai, come succede per il film, un classico da vedere e rivedere per vivere ogni volta tutte le emozioni e la magia di una storia senza tempo.
“Dirty Dancing, the Classic Story on Stage” ha la capacità di conquistare e coinvolgere non solo gli habitué del genere, ma di avvicinare al teatro tutta una nuova ed eterogenea parte di pubblico, impaziente di assistere ‘dal vivo’ alla storia d’amore tra Johnny e Baby, raccontata da musiche e coreografie indimenticabili, fedelmente riprese dalla versione cinematografica.
Anche in questa nuova versione teatrale la colonna sonora comprenderà, oltre all’iconico brano vincitore di un Premio Oscar e di un Golden Globe “(I’ve Had) The Time Of My Life”, le hit indimenticabili “Hungry Eyes”, “Do You Love Me?”, “Hey! Baby” e “In the Still of the Night”.
 
2.jpg
 
Note regia di Federico Bellone
“Dirty Dancing” è per il teatro un titolo molto più importante di quello che si pensi: rappresenta uno dei pochi spettacoli in grado di portare davanti al sipario persone che non ci sono mai state, ed è l'unico titolo anglosassone in assoluto il cui allestimento italiano è stato esportato in tutto il mondo, compreso il celeberrimo West End di Londra.
Questa versione dello spettacolo, reduce da successi in Inghilterra, Germania, Spagna, Austria, Monte Carlo, Messico, Belgio, Lussemburgo, e presto Francia, è fedele e rispettosa della pellicola del 1986 da cui ha origine. Il testo e i personaggi rispecchiano quindi il film cult, e sono stati inoltre sviluppati e approfonditi maggiormente per servire al meglio la forma di rappresentazione appunto del teatro, che non vive ovviamente su espedienti quali ad esempio il primo piano, specifici invece del cinema.
Le coreografie hanno una connotazione sexy e sensuale in riferimento al titolo dello spettacolo, balli proibiti, e la direzione musicale affonda invece nei master originali della celeberrima colonna sonora del film, per esplodere nel canto live in momenti topici come "Time of My Life". Le scenografie, le luci, i costumi, le acconciature e il trucco si rifanno invece proprio al periodo, il 1963, più che sul grande schermo, dove per ovvie ragioni era evidente un sapore anni '80, non più inerente oggigiorno alla messa in scena del titolo, anche se sempre con qualche eccezione come la trascinante "Hungry Eyes”.
La regia, servita dal disegno del suono, desidera scorrere in modo efficiente e ‘reale’, come era il film mito, dove per volere dell'autrice non sono i protagonisti a cantare, ma una volta da un giradischi, una volta da una radio, o ancora da un pianoforte nella sala da ballo dell'hotel, sgorgano con nostalgico ricordo le melodie che accompagnano la crescita di Baby, una ragazza semplice e in gamba, nel suo passaggio da ragazza a donna, e della sua ricerca di coraggio per l'affermazione di sé.
“Dirty Dancing” è infatti un inno all'affermazione del proprio io: siate quello che sentite di essere, solo così potrete vivere il momento più bello, The Time of Your Life.
 
Cast artistico
Sara Santostasi FRANCES “BABY” HOUSEMAN
Giuseppe Verzicco JOHNNY CASTLE
Simone Pieroni DR. JAKE HOUSEMAN
Federica Capra PENNY JOHNSON
Mimmo Chianese MAX KELLERMAN
Claudia Cecchini LISA HOUSEMAN
Lucia Cammalleri MARJORIE HOUSEMAN
Rodolfo Ciulla NEIL KELLERMAN
Samuele Cavallo BILLY KOSTECKI
Renato Cortesi MR. SCHUMACHER
Russell Russell TITO SUAREZ
Antonio Catalano ENSEMBLE/ROBBIE GOULD
Felice Lungo ENSEMBLE/MOE PRESSMAN
Paky Vicenti ENSEMBLE/JORDAN
Sonia Lynn Jamieson ENSEMBLE /VIVIEN PRESSMAN
Loredana Fadda ELISABETH
Daniela Ribezzo ENSEMBLE
Giulia Patti ENSEMBLE
Autori, cast tecnico e produzione
“Dirty Dancing, the classic story on stage” di Eleanor Bergstein
Adattamento di Alice Mistroni
Regia di Federico Bellone
Coreografie di Gillian Bruce
Supervisione Musicale di Simone Giusti
Scene di Roberto Comotti
Costumi di Marco Biesta e Marica D’Angelo
Disegno Luci di Valerio Tiberi
Suono di Armando Vertullo
Video e Proiezioni di Matteo Luchinovich e Virginio Levrio
Direzione Casting di Moira Piazza
Parrucche di Mario Audello
Produzione Esecutiva di Andrea Agostini
Lo spettacolo è prodotto da Wizard Productions
Il primo tour italiano di Dirty Dancing, in partenza a febbraio 2018, è organizzato da Show Bees in collaborazione con Bananas.
Giorni e orari spettacoli
Venerdì 16 alle ore 21:00
Sabato 17 alle ore 21:00
Domenica 18 alle ore 18:00
Martedì 20 alle ore 21:00
Mercoledì 21 alle ore 18:00
Giovedì 22 alle ore 21:00
Venerdì 23 alle ore 21:00
Sabato 24 alle ore 21:00
Domenica 25 alle ore 18:00
 
Prezzi
Platea poltrona € 35,00
Galleria poltroncina € 25,00
Per aquistare il biglietto online seguire questo link:
http://www.bigliettoveloce.it/new_spettacolo.aspx?id_show=5194
Informazioni sono disponibili al sito www.teatroaugusteo.it o telefonando al botteghino: 081414243 - 405660, dal lunedì al sabato tra le ore 10:30 e le ore 19:30. La domenica dalle ore 10:30 alle ore 13:30.
Leggi tutto...

Blown Wind: il nuovo must italiano dello Street Style

by

Un grande successo per la presentazione estiva dei due giovani fondatori del marchio Alessandro Solombrino ed Ezio Prato, tenutasi nella sera di domenica 4 febbraio, in virtù della loro presentazione estiva, hanno scelto uno dei locali di prima categoria della by Night partenopea: il Row Club.

foto_2.jpeg

Il Club sito in via Vito Fornari a Napoli, è gestito dai due giovani imprenditori Alessandro Lautiero e Raffaele Ferrigno e ha dato modo di ospitare al meglio i 300 invitati.

foto_3.jpeg

Un percorso esplosivo quello del marchio Blown Wind che si snoda sotto forma di una narrazione per immagini, passando dalla geniale intuizione dell’utilizzo degli animali come auto celebrazione e incoraggiamento di se stessi alla ricerca dell’estetica mai scontata.

foto_4.jpeg

Un marchio giovane, nato nel 2015, ma che fin da subito ha saputo imporsi dapprima nello scenario partenopeo, ed in seguito, in quello nazionale.

foto_5.jpeg

A supporto dell’evento, sono stati dopo la piacevole degustazione di vino, le deliziose portate di “tapas” di pizza de “La pizza è” accompagnati dal caffè Made in Naples “Amoy”.

foto_6.jpeg

Evento riuscito alla perfezione sotto tutti i punti di vista grazie alla coesione organizzazione/location (dovuti i ringraziamenti a Graziano Galderisi, Gianluca Avino e Genny Moccia) ; alla selezione musicale durante di Fabiana Tarzia aka Mya , e per l’after Show da Christian Ciotola e Dj Jesa.

foto_7.jpeg

Leggi tutto...

Vida Loca, il party urban al MARKETT

by

La Noche Mas Caliente è pronta a sbarcare a Napoli per un super party! Sabato 20 gennaio ore 23:00 a Sant'Antimo (Na)

Vida Loca, party urban sbarca a Napoli per il format Markett, sabato 20 gennaio ore 23:00 al Be Your Club di S. Antimo.

Ogni sabato, a gennaio 2018 (quindi il 13, il 20 ed il 27) Vida Loca, one night in crescita costante da tempo, fa scatenare Peter Pan, club simbolo del divertimento a Riccione e non solo, infatti sabato 20 gennaio la crew del party farà scatenare il pubblico del Markett di Sant’Antimo.

foto_2.jpeg

Si tratta di un appuntamento già molto atteso.

In un periodo dell'anno non certo facile per chi organizza party ed eventi, un periodo in cui il ricordo delle feste di fine ed inizio anno è ancora fresco ed un pensiero positivo sull'estate decisamente lontano.

foto_3.jpeg

Sarebbe normale notare un certo rallentamento.

L'universo Vida Loca invece cresce. La musica degli eventi Vida Loca è un mix mette insieme pop, hip hop, r'n'b, reggaeton, che all'estero si chiama urban. Ed ogni party Vida Loca non è poi fatto solo di musica e di show che sanno mozzare il fiato: mescola infatti, dj set, live performance, effetti speciali. Riassumendo, fa ciò che troppo spesso le serate in discoteca non fanno: stupisce.

foto_4.jpeg

Il Format Market

Il naming è una fusion ironica che utilizza in primis la parola "market". Un luogo che esprime un concetto molto più ampio del superficiale "acquistare prodotti". Il market è un posto dove si ci si può fare conoscenza, dove ci si ritrova quando si deve organizzare una cena tra amici, o con una ragazza.

Negli ultimi tempi sta diventando anche un luogo per gli acquisti notturni grazie ai nuovi market h24. La fusion incorpora in maniera foneticamente subliminale anche la parola "marchetta".

Boom degli ultimi fatti di cronoca che hanno riguardato lo spettacolo e la politica italiana. In definitiva "MARKETT" è un market di sensazioni, persone ma soprattutto personaggi, che ironicamente si "vendono" in modo creativo, visivo e sempre sopra le righe durante tutto il party.

foto_5.jpeg

Intergiscono e si integrano perfettamente con la clientela quasi creando un'unico spettacolo con la platea, abbattendo la barriera: performer / clienti.

Quando: Sabato 20 gennaio ore 23:00

Dove: Via Appia Sant’Antimo (Napoli)

Leggi tutto...

Alla Biblioteca B. Croce al Vomero l'evento "I Colori dell'inverno risvegliano la primavera"

by

Venerdì 26 gennaio 2018 dalle ore 16.00,alla Biblioteca B.Croce Vomero il Salotto Primavera Arte presenta: "I colori dell’inverno risvegliano la primavera"

L'associazione Primavera Arte, di Ilva Primavera sostiene da anni con il suo Salotto Primavera la tradizione partenopea, la letteratura campana di ieri e di oggi,attraverso la pittura, la poesia, il teatro, la musica e il libro, promuovendo incontri culturali in vari luoghi di cultura. Ilva Primavera presenterà l'evento "I colori dell'inverno risvegliano la primavera" mostra collettiva alla Biblioteca B. Croce, che inizierà lunedì 22 gennaio 2018 ore 11:00 fino a venerdì 26 gennaio, giorno del Salotto.

Venerdì 26 gennaio, dalle ore 16.00 Mostra d'arte collettiva, “I colori dell’inverno risvegliano la primavera" degli artisti: Nadia Basso, Aurora Aspide, Sara Viscione, Concetta De Dominicis, Adriana Mallano, Antonella Notturno, Ludovica Perna, Jongo Park, Immacolata Maddaloni, Lucia Caiazza, Mario Giamminelli, Vittorio Musella, Nello Caruso, Francesco Festa, Antonio Cariola, Romolo Piantino, Silvio Frigerio, Antonio Bruno, Laura Fiore, Kseniya Pashchenko, Pasquale Caraviello, Massimiliano Froechlich, Giovanni Incoronato, Daniela Sales, Raffaele Sangiuliano, Daniela Ciorcalo, Vittorio d’Ascia, Letizia Caiazzo, Claudio Morelli, Anna Russo, Carla De Gregorio, Paolo Lezzi, Francesco Sellone, Carmen Caruso, Rosaria Bianco.

I colori d’inverno hanno ispirato pittori e poeti di tutti i tempi. I suoi momenti di particolare pace, prima della tormenta, evocano la natura che emerge calma e serena, ma pronta a rinnovarsi. Paesaggi, nature morte e fiori sono questi i soggetti in mostra.

L’incontro culturale sarà articolato da momenti dedicati alla poesia con Luciano Galassi scrittore, Anna Maria Forte, Giacinto Castaldo, Serenella Siriaco, Gioconda Oliano e Teresa Esposito e da momenti dedicati al teatro con il regista attore Franco Gargia e dall'attore e autore presso teatro Antonio Riscetti.

Ilva introdurrà il libro "Teatro" di Angela Di Maso, musicista, drammaturga, giornalista, docente universitaria di Storia del Teatro e Storia della Musica, Guida Editore, con prefazione di Pupi Avati e introduzione di Enzo Moscato che raccoglie dieci testi scritti dall’autrice dal 2004 al 2015 premiati in concorsi nazionali di drammaturgia, che non sono altro che radiografie di una disumana umanità.

La disumanità di chi vive senza provare - né ricevere - amore nei riguardi dell'altro in un'illusoria convinzione di autosufficienza, di universale centralità di quell'io intossicato di edonismo che ognuno di noi si trova a interpretare

Ilva Primavera concluderà l’incontro culturale, interpretando melodie classiche senza tempo, accompagnata al piano dal musicista Raffaele Marzano.

Presenzieranno: Il Presidente Paolo De Luca 5 Municipalità, l'Assessore Valentina Barberio, le consigliere Cinzia Del Giudice e Margherita Siniscalchi, nonchè la Consigliera X Municipalità Laura Carcavallo.
.
Fotografa dell'evento Francesca Coppeto
Partner dell'evento: Cornici e Cornici via De Bustis 12/ 14 Vomero
Purpe’…. e non solo via M. Piscicelli, 17 Vomero Napoli i

Gli incontri culturali hanno lo scopo di contribuire alla conoscenza e alla valorizzazione del patrimonio artistico culturale che Napoli vanta, nonché quello di far avvicinare gli adulti ai giovani su un territorio comune: l’arte e la creatività. 

La vita è arte e l'arte è vita, che possa sbocciare la primavera in ogni cuore attraverso i colori e i profumi dell’inverno.

Leggi tutto...

Lo Yoga a Capodimonte dal 9 gennaio a giugno 2018

by

Tutti i martedì, dalle ore 16.30 alle 18.30 Museo e Real Bosco di Capodimonte (salone degli Arazzi, secondo piano).

Martedì 9 gennaio 2019, dalle ore 16.30 alle ore 18.30 primo appuntamento con lo “Yoga per i Musei - I Musei per lo Yoga”, il progetto ideato e realizzato dalla Scuola di Yoga Integrale ACSI–CONI in collaborazione con il Polo Museale della Campania, il Museo e Real Bosco di Capodimonte, l'Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Napoli.

Il Museo e Real Bosco di Capodimonte accoglierà, ogni martedì, dal 9 gennaio al 26 giugno 2018, lezioni gratuite di Yoga Integrale a cura di Luigi Sansone. I corsi si terranno nel Salone degli Arazzi al secondo piano del museo. I partecipanti hanno diritto al biglietto ridotto del museo e sono invitati a portare con sé un tappetino e un plaid e ad indossare abiti comodi e di colore chiaro. Partecipazione fino ad esaurimento posti.

“Lo Yoga per i Musei - I Musei per lo Yoga” è un progetto che la Scuola di Yoga Integrale porta avanti dal 1986 e che, da gennaio a giugno 2018, vedrà il coinvolgimento di nove strutture museali: Museo Pignatelli, Palazzo Reale, Museo Duca di Martina, Certosa e Museo di San Martino, Castel Sant'Elmo, Tomba e Parco di Virgilio, Certosa di San Giacomo a Capri, Museo archeologico 'Georges Vallet' (Piano di Sorrento) e Museo e Real Bosco di Capodimonte.

L'idea di praticare lo Yoga nei Musei - spiegano gli organizzatori - nasce dalla convinzione che l’unione di cultura, bellezza e ricerca interiore che si andrà a creare tra gli spazi museali, le opere d'arte e le forme della pratica yoga, potrà favorire lo sviluppo armonico dell'essere umano, a beneficio dei singoli e della società tutta. L’esperienza di trascorrere un tempo diverso nei musei è anche un modo per contribuire alla conoscenza e al sostegno del patrimonio artistico e culturale”.

Per maggiori informazioni: Scuola Yoga Integrale telefonare al numero 340.78.30.920 e scrivere una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Leggi tutto...

Lello Arena in PARENTI SERPENTI al Teatro Augusteo

by

Al Teatro Augusteo di Napoli, da venerdì 12 fino a domenica 21 gennaio 2018, Lello Arena sarà in scena con lo spettacolo "Parenti Serpenti".

Spettacolo di Carmine Amoroso con Giorgia Trasselli con in ordine di apparizione, Raffaele Ausiello, Andrea de Goyzueta, Carla Ferraro, Autilia Ranieri, Annarita Vitolo, Fabrizio Vona regia Luciano Melchionna scene Roberto Crea costumi Milla musiche Stag disegno luci Salvatore Palladino assistente alla regia Sara Esposito produzione Ente Teatro Cronaca Vesuvioteatro in collaborazione con Bon Voyage Produzioni e con il Festival Teatrale di Borgio Verezzi 2016
 
Lello Arena, diretto da Luciano Melchionna, è il protagonista della divertente e amara commedia di Carmine Amoroso, resa celebre dal film di Mario Monicelli. Un Natale a casa dei genitori anziani, che aspettano tutto l’anno quel momento per rivedere i figli cresciuti, andati a lavorare in altre città. Uno sbarco di figli e parenti affettuosi e premurosi che si riuniscono, ancora una volta, per cercare di spurgare le nevrosi e le stanche dinamiche di coppia di cui sono ormai intrisi. E se quest’anno gli amati genitori volessero cambiare le cose e chiedere qualcosa ai loro figli? Se volessero finalmente essere ‘accuditi’, chi si farà carico della loro richiesta?
Luciano Melchionna, il creatore di Dignità Autonome di Prostituzione, costruisce uno spaccato di vita familiare assolutamente attuale, in un crescendo di situazioni esilaranti e spietate in cui tutti noi possiamo riconoscerci.
 
Interpreti e personaggi
Fabrizio Vona / Alfredo
Autilia Ranieri / Milena
Andrea de Goyzueta / Alessandro
Carla Ferraro / Gina
Annarita Vitolo / Lina
Raffaele Ausiello / Michele
Lello Arena / Saverio
Giorgia Trasselli / Trieste
Note regia di Luciano Melchionna
 
“Immaginare Lello Arena, con la sua carica comica e umana, nei panni del papà - interpretato da Panelli nel film di Monicelli - mi ha fatto immediatamente sorridere, tanto da ipotizzare il suo sguardo come quello di un bambino, intento a descrivere ed esplorare le dinamiche ipocrite e meschine che lo circondano, in quei giorni di santissima festività: è un genitore davvero in demenza senile o è un uomo che non vuol vedere più la realtà e si diverte a trasformarla e a provocare tutti? Andando via di casa, diventando adulti, ogni figlio ha dovuto fare i conti con la realtà, ha dovuto accettare i fallimenti e ha imparato a difendere il proprio orticello mal coltivato, spesso per incuria o incapacità, ma in quelle pause di neve e palline colorate ognuno di loro si impegna a mostrarsi spensierato, affettuoso e risolto. All’improvviso però, i genitori, fino ad allora autonomi punti di riferimento, esprimono l’esigenza di essere accuditi come hanno fatto anni prima con loro: uno dei figli dovrà ospitarli e prendersi cura della loro vecchiaia... a chi toccherà?
All’improvviso dunque un terremoto segna una crepa nell’immobilità rassegnata di un andamento ormai sempre lo stesso e in via di spegnimento, una crepa dalla quale un gas mefitico si espanderà e inquinerà l’aria. Sarà la soluzione più spicciola e più crudele a prendere il sopravvento.
Verità? Paradosso? Spesso, come si è soliti dire, la realtà supera la fantasia. Ciò mi ha spronato ad affrontare questo testo che ha la peculiarità rara di fotografare uno spaccato di vita famigliare sempre assolutamente attuale, purtroppo. Si può far ridere nel raccontarlo e sorridere nell’assistere alle spumeggianti gag, ma allo stesso tempo non ci si può riflettere sopra senza una profonda amarezza, magari scoprendo - per contrasto - la possibilità di una maggior coerenza nei rapporti e negli affetti, così da ricordarsi le meravigliose responsabilità che un cordone ombelicale come quello tra genitori e figli impone. Viviamo in un’epoca in cui i valori, primo fra tutti il rispetto, stanno pian piano sparendo e l’egoismo sta prendendo decisamente il sopravvento sulla carità umana e sulla semplice, fondamentale, empatia. Prima o poi saremo tutti dei vecchi bambini bisognosi di cure, perché trasformarci in soprammobili polverosi, inutili e ingombranti?
In quest’epoca in cui tutto e il contrario di tutto sono la stessa cosa ormai, con questa commedia passeremo dalle risate a crepapelle, per il tratteggio grottesco e a tratti surreale dei personaggi, al più turpe cambiamento di quegli esseri che - chi di noi non ne ha conosciuto almeno uno? - da umani si trasformeranno negli animali più pericolosi e subdoli: i serpenti.”.
 
Giorni e orari spettacoli
Venerdì 12 alle ore 21:00
Sabato 13 alle ore 21:00
Domenica 14 alle ore 18:00
Martedì 16 alle ore 21:00
Mercoledì 17 alle ore 18:00
Giovedì 18 alle ore 21:00
Venerdì 19 alle ore 21:00
Sabato 20 alle ore 21:00
Domenica 21 alle ore 18:00
 
Prezzi
Platea poltrona € 35,00
Galleria poltroncina € 25,00
Per aquistare il biglietto online seguire questo link:
http://www.bigliettoveloce.it/new_spettacolo.aspx?id_show=5192
 
I trailer video dello spettacolo sono disponibili ai seguenti link:
https://youtu.be/ChX8HjpOczA
https://youtu.be/XPZx1B0wh68
 
Informazioni sono disponibili al sito www.teatroaugusteo.it o telefonando al botteghino: 081414243 - 405660, dal lunedì al sabato tra le ore 10:30 e le ore 19:30. La domenica dalle ore 10:30 alle ore 13:30.
Leggi tutto...

Concerto Epifania dell'Orchestra Sinfonica dei Quartieri Spagnoli di Napoli

by

Venerdì 05 gennaio 2018 alle ore 19:30, a Napoli presso la Chiesa S. Angelo a Nilo, in Piazzetta Nilo 23, Complesso Monumentale San Lorenzo Maggiore, si terrà il Concerto dell’Epifania dell’Orchestra Sinfonica dei Quartieri Spagnoli di Napoli

L’evento, nato come dimostrazione d’affetto nei confronti di Napoli e per la valorizzazione del suo straordinario patrimonio storico e artistico, è ideato dall’associazione culturale “Napoli Città Reale”, che punta a valorizzare la storia, la letteratura, il patrimonio artistico, le tradizioni, la musica, il teatro e il cinema partenopeo, promuovendo e organizzando eventi, spettacoli e iniziative che rendano la città un'entità viva e vibrante.
 
Il concerto sarà tenuto da una delle eccellenze del nostro territorio, l’Orchestra Sinfonica dei Quartieri Spagnoli di Napoli, un progetto artistico e culturale nato da un riferimento preciso: il sistema pedagogico-musicale creato in Venezuela da José Antonio Abreu, musicista ed ex ministro della Cultura del Venezuela, che sintetizza il sistema di orchestre che, nell’arco di un trentennio e con sovvenzioni pubbliche, ha organizzato una rete d’istruzione musicale che riunisce in 180 orchestre circa 350.000 bambini e ragazzi provenienti dai barrios più poveri del Venezuela, spesso con disabilità fisiche o psichiche.
 
Questo è il programma del concerto, che sarà introdotto dal Prof. Antonio De Simone, archeologo e docente straordinario di Architettura antica all’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa:
 
Maurice Ravel
Bolero
(Riduzione di Giuseppe Mallozzi)
 
Dimitri Shostakovich
Jazz Suite
Il Tempo
 
Charles Gounod
Ave Maria
 
Erik Satie
Gymnopedie No. 1
(Orchestrazione di Chiara Mallozzi)
 
Bach
L’arte della fuga
Contrappunto No. 1
Beethoven
Il Tempo
Allegretto
Sinfonia No. 7
 
Di Capua
‘O sole mio
 
Pino Daniele
Napul’è
 
Costo del biglietto: 12,00 euro.
Leggi tutto...

Al Nuovo Teatro Sancarluccio "Nguè venire al mondo" scritto e diretto da Marco Mario De Notaris

by

L’autore, attore e regista Marco Mario De Notaris torna al Nuovo Teatro Sancarluccio con il suo “Nguè venire al mondo” (Petraio Produzioni), uno stand up comedy dal punto di vista di un neonato che deve affrontare le difficoltà della vita. In scena dal 2 al 7 gennaio, alle ore 21. La domenica alle 18.

 
«Uno stand up comedy dal punto di vista di un neonato. L’incomunicabilità drammatica che sperimentiamo venendo al mondo non è che l’inizio di una serie di difficoltà a dire e a dirsi cosa si prova. Forse nessuno ci capisce, e lo sforzo di comprensione che ognuno di noi cerca di fare nei confronti del prossimo non è che il riflesso della propria esperienza. Comprendere è difficile, ma è l’unico atto realmente d’amore che possiamo compiere verso il prossimo. Sullo sfondo, ovviamente, la morte. Ci aspetta. E aleggia su ogni nato, anche se questo ci addolora». (Marco Mario De Notaris)
 
In Nguè si affronta dunque la nascita, dal neonato al genitore. Stati d’animo contrastanti, risate e un po’ di commozione accompagneranno lo spettatore nel racconto del mistero della vita, condito dalla paura della morte. Nel corso dello spettacolo saranno inoltre prese in causa poesie di Neruda, Peter Handke, Montale e versi di Lucrezio, per una serata intima, lontana dal caos.
 
Per informazioni e prenotazioni: Nuovo Teatro Sancarluccio Via San Pasquale a Chiaia, 49 Tel.081-4104467/ 081-5448891
 
Marco De Notaris è un attore, regista e sceneggiatore. Nel 1999 si è diplomato al Centro sperimentale di cinematografia. Lavora per il cinema, il teatro e la televisione, in ruoli comici e drammatici, sia della tradizione napoletana che della prosa classica e delle sperimentazioni teatrali. Tra gli ultimi progetti teatrali ricordiamo “Millesimi”, spettacolo da lui scritto e interpretato, “Arancia Meccanica” di Gabriele Russo, con Luciano Melchionna ha lavorato in “Dignità autonome di prostituzione”, “Parenti serpenti” e “Ricorda con rabbia”. Per il cinema, lo abbiamo visto negli ultimi anni in “Song'e Napule” e “Ammore e malavita” dei Manetti Bros, “Indivisibili” di Edoardo De Angelis (2016) ed è tra le voci del film di animazione “Gatta Cenerentola” di Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri, Dario Sansone.
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS